Asset Publisher

null Taranto : storie di chi investe nella felicità del territorio : i seminatori di cambiamento dalla Laudato si' all'Agenda 2030

Linea Editoriale num: 125

Taranto : storie di chi investe nella felicità del territorio : i seminatori di cambiamento dalla Laudato si' all'Agenda 2030

Temi: Identità pugliese
Anno pubblicazione: 2022
Autore: Tiziana Grassi
Casa Editrice: Posa edizioni
Formato: 24 cm
ISBN: 9791281322004
Pagine: 462
Descrizione: Gli occhi di Tiziana Grassi sono quelli di un gabbiano che sorvola il Golfo di Taranto. Sono come gli occhi vergini di un bambino che ammira la forza del mare, ne ascolta i suoi suoni e ne percepisce i suoi odori per la prima volta. Ma al tempo stesso sono gli occhi di una madre orgogliosa di suo figlio che, seppur ferito dalle vicende della vita travagliata, si rialza per ottenere un futuro diverso. Intorno alla nascita di Taranto si raccontano leggende meravigliose. Si narra che siano storie frutto dell’immaginazione dei Greci, che volevano avallare l’origine divina della città e l’indole valorosa dei suoi fondatori. In questo libro c’è la storia del riscatto di una terra, la cui storia è stata spesso travagliata, colma di pregiudizi, carica di contraddizioni sociali e culturali. La penna di Tiziana Grassi è quella di uno scrittore che intende riempire le pagine bianche del diario di un bambino appena nato. Taranto, con il suo mare, con i suoi ponti, con le sue isole è l’emblema di un popolo che non vuole arrendersi, ma che ha bisogno di una nuova grammatica che sappia mettere al centro le persone, con le loro vite e le loro storie. Il Castello Aragonese sovrastato da un meraviglioso cielo dipinto di un intenso blu, come il colore delle tute da lavoro di chi si sveglia al mattino presto, colme di odore di fatica. Blu come le acque di Taras, figlio della ninfa Satyria e di Nettuno, dio del mare e a capo di una flotta che sbarcò alla foce di un fiume che più tardi prese il suo nome. Blu come le pupille di un delfino che nuota controcorrente per recuperare il tempo perduto, nella consapevolezza che quella è la strada per ritrovare il mare aperto. Blu come l’aurora su un Mar Piccolo che spalanca le braccia del Ponte Girevole e permette all’acqua di scorrere per accogliere i naviganti all’alba di un nuovo giorno. Perché tutti noi siamo fatti soprattutto di acqua, il resto sono cuore e sogni.

Presentazione del libro

19 dicembre 2022 presso l’Aula Magna del Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”