Asset Publisher

null La rosa bianca uno spirito forte, un cuore tenero

Storie
Linea Editoriale num: 64

La rosa bianca uno spirito forte, un cuore tenero

Anno pubblicazione: 2021
Autore: Stefano Palma
Casa Editrice: TDF Mediterranea Edizioni
Formato: 24 cm
ISBN: 9788894617108
Pagine: 86
Descrizione: “La rosa bianca uno spirito forte, un cuore tenero”, è una delle tante storie che hanno disegnato la resistenza al nazi- fascismo in Europa ed è una storia dotata di una straordinaria capacità comunicativa, perché scritta dal coraggio di giovani universitari/e tedeschi/e. Raccontare di questo movimento giovanile significa porre al centro della narrazione le scelte personali dei giovani che, in ogni contesto storico, sono stati spesso motore di cambiamento, di rottura e, talvolta, argine rispetto a politiche razziste e antidemocratiche. La scelta di ricordare questa meravigliosa storia attraverso lo strumento narrativo del fumetto è sorretta dalla decisione di spazzare via la polvere del tempo da una storia che, altrimenti, rischierebbe di essere percepita come troppo lontana, appartenente alla categoria dell’eroico e, quindi, del “distante da noi”. Restituire un volto ai nomi, raccontarne le vicende di vita quotidiana significa, invece, avvicinare i lettori e le lettrici allo straordinario coraggio di una vicenda umana e, quindi, incredibilmente vicina ad ognuno/a di noi. Così, sfogliando le pagine di “La rosa bianca uno spirito forte, un cuore tenero”, ridaremo vita alle immagini rappresentate. Un modo per entrare nella storia e poterne essere parte. Un modo per valorizzare le scelte di quei ragazzi e di quelle ragazze che hanno saputo urlare il loro “non nel mio nome!”. La “Rosa bianca”, ci invita a leggere con consapevolezza i nostri tempi, ad affrontare con attenzione le scelte di vita quotidiana. Viviamo oggi un periodo storico caratterizzato da un linguaggio sempre più violento che tende a dare sfogo a sentimenti di odio e di intolleranza, che parla di chiusura nei confronti degli altri popoli, che tenta di insinuare la convinzione che si possa vivere bene solo se rinchiusi nel proprio cortile e protetti da muri; le vicende della “Rosa bianca” ci raccontano, invece, di un movimento europeista “ante litteram” che invita tutti i Paesi ad una presa di posizione sul tema dei diritti umani ed auspica un futuro in cui uno “Stato degli Stati” possa essere presidio dei diritti dei popoli. Nel tempo della propaganda dell’odio questa storia parla di un gruppo di giovani che hanno invitato la cittadinanza a prendere parte, in modo non violento, alla resistenza al regime nazista, con “uno spirito forte e un cuore tenero”, con passione politica e sentimento umano, con fermezza e tenerezza. In un periodo caratterizzato da una sempre maggiore abdicazione al proprio ruolo di cittadini attivi, in cui si è sempre più portati a concedere spazi di libertà in cambio di sicurezza e protezione, raccontare la storia della “Rosa bianca” significa parlare di un gruppo di giovani che in uno dei periodi più bui della storia d’Europa ha scritto il proprio manifesto politico: “libertà di parola, libertà di religione, protezione di ogni cittadino dagli arbitrii di regimi criminali fondati sulla violenza dovranno essere le basi per la nuova Europa”
Note: In allegato il file pdf del volume scaricabile gratuitamente
Data inserimento: 28/04/2021
Nome documento Data
 La rosa bianca_2021.pdf
(dimensione:3Mb)

11/05/2021