Asset Publisher

null Domani, giovedì 8 luglio in Consiglio regionale il seminario “Le lotte del movimento bracciantile per il collocamento e contro il caporalato”

Dal 08/07/2021 al 08/07/2021

Domani, giovedì 8 luglio in Consiglio regionale il seminario “Le lotte del movimento bracciantile per il collocamento e contro il caporalato”

Domani, giovedì 8 luglio, a partire dalle 9,30, a Bari, nell’Aula consiliare di via Gentile, si terrà il seminario dal titolo “Le lotte del movimento bracciantile per il collocamento e contro il caporalato” promosso da Fondazione Maierotti, Cgil Puglia e Fondazione Di Vittorio. 

Si tratta della prima di una serie di iniziative, sostenute dal Consiglio regionale della Puglia, che mirano ad approfondire le dinamiche pugliesi delle conquiste legislative degli anni 70, nell’ambito di un progetto di ricerca interdisciplinare la cui direzione scientifica è affidata ad un Comitato composto da docenti universitari esperti della materia. Il lavoro di ricerca, con durata biennale, sarà svolto da giovani laureati e intende focalizzarsi sul ruolo del movimento sindacale pugliese nel contesto storico del cosiddetto autunno caldo e sul contributo che il sindacato e le forze politiche vicine al movimento operaio hanno fornito ai processi di riforma legislativa che nel 1970 hanno reso dignitoso il lavoro in Italia.

Nel 2020 si sono celebrati assieme i 50 anni dello Statuto dei Lavoratori e di una legge storica per i lavoratori delle terra, quella numero 83 che prevedeva norme in materia di collocamento e accertamenti dei lavoratori agricoli. Entrambe frutto di una lunga stagione di lotte politiche e sociali del movimento bracciantile, che vedeva in Puglia uno degli avamposti più organizzati e numerosi dell’intero paese.

I lavori saranno aperti dalla Presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone. Seguiranno testimonianze video di alcuni dei protagonisti di quella stagione di lotte sindacali in Puglia, con un ricordo a Carmela Panico, cerignolana e tra i dirigenti del movimento bracciantile in quegli anni.

La relazione introduttiva sarà curata da Peppino Deleonardis, direttore della Fondazione Rita Maierotti, che interverrà sul tema “Il movimento sindacale pugliese e le conquiste legislative degli anni 70”. Poi, le relazioni di Vito Pinto, docente di Diritto del Lavoro all’Università di Bari, che interverrà sul tema “Rapporti di produzione agricola e strategie di contrasto al caporalato e al lavoro nero”, e di Nicola Deleonardis, Dottore di ricerca all’Università di Bari, che interverrà su “L’avviamento al lavoro in agricoltura: limiti e pregi della legge 83/1970”.

A chiudere il seminario, una tavola rotonda, coordinata da Elisa Castellano della Fondazione Di Vittorio, sul tema “Il governo del mercato del lavoro agricolo: analogie con il passato e proposte del sindacato”. Parteciperanno: Pino Gesmundo, segretario generale della Cgil Puglia; Monica Mc Britton, docente di Diritto del Lavoro all’Università di Lecce; Enrico Pugliese, sociologo; Giovanni Mininni, segretario generale della Flai Cgil nazionale.