News

null Presentazione on line del libro “Rito Selvaggi, il Legionario Orfico di D'Annunzio, ovvero il Musico Sapientissimo di Noja” di Annamaria Giannelli. Venerdì 18 dicembre

Dal 18/12/2020 al 18/12/2020

Presentazione on line del libro “Rito Selvaggi, il Legionario Orfico di D'Annunzio, ovvero il Musico Sapientissimo di Noja” di Annamaria Giannelli

Venerdì 18 dicembre 2020, dalle ore 17.30, si terrà on line la presentazione del volume “Rito Selvaggi, il Legionario Orfico di D'Annunzio, ovvero il Musico Sapientissimo di Noja” di Annamaria Giannelli, edito da Giazira scritture.
Dopo l’introduzione di Anna Vita Perrone, dirigente della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, dialogherà con l’autrice Fiorella Sassanelli, musicologa, giornalista de la Repubblica. Parteciperà Rito Selvaggi jr., nipote del maestro.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività culturali di “Teca del Mediterraneo”. La Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia realizza progetti ed eventi a favore della promozione della lettura, attività destinate a tutti i cittadini. Attraverso i propri servizi si impegna ad accrescere il benessere sociale e a migliorare le abilità e le capacità delle persone, facilitando l’accesso alla cultura, ai documenti e alle informazioni. Sostiene, inoltre, la formazione continua nel rispetto delle diversità culturali.

Evento on line gratuito, disponibile sulla pagina  https://www.facebook.com/BibliotecaConsiglioRegPugliaTecadelMediterraneo oppure previa registrazione da effettuarsi nei giorni precedenti al link https://weon.consiglio.puglia.it/

Per ogni informazione e quesiti tecnici contattare email progetti.biblioteca@consiglio.puglia.it tel. 080 5402772

Il libro

Il “Musico sapientissimo di Noja”, Rito Selvaggi definito così da Gabriele d’Annunzio, fu un musicista poliedrico, raffinato e attento studioso di repertori dimenticati. Definito dalla critica coeva come il novello Arrigo Boito, fu stimato autore di composizioni sinfonico/operistiche, da camera e solistiche. Ideatore del “Teatro cristiano”, ha realizzato la più significativa produzione di musica sacra del XX secolo. La sua tempra di combattente lo porta a non risparmiarsi durante i due conflitti mondiali e a non rinnegare mai la sua adesione al Regime fascista anche quando, dopo la caduta, questa rappresenterà un motivo di minaccia per la sua persona e carriera. Interessanti e piene di fascino le relazioni con i poeti Gabriele d’Annunzio, Antonio Fogazzaro, Enrico Maria Fusco; con i musicisti Amilcare Zanella, Umberto Giordano, Giuseppe e Arturo Benedetti Michelangeli, Carlo Zecchi, Ferruccio Busoni, Alfredo Casella, Tullio Serafin, Beniamino Gigli, don Perosi; con Vittorio Emanuele III e la regina Elena, Benito Mussolini, Umberto Nobile, Francesco Sacco, i Ministri Giuseppe Volpi, Giovanni Giurati, Galeazzo Ciano; il drammaturgo Sebastiano Lopez, il sen. Giovanni Leone, il regista Franco Lattuada.
Conoscere il compositore pugliese rappresenta non solo un arricchimento musicale ma anche umano per lo spessore che egli manifesta attraverso le vicende esistenziali.

L’autrice

Laureata in pianoforte, musica vocale da camera e musica liturgica, ha compiuto brillantemente gli studi musicali al conservatorio “N. Piccinni” di Bari, all’“Accademia Musicale Pescarese” e a Roma, ULN, Conferenza Episcopale Italiana. Fra i suoi maestri Gianna Valente, Pierluigi Camicia, François-Joël Thiollier, Bruno Mezzena e Giovanni Maria Rossi, padre camilliano tra i più grandi musicisti e compositori liturgici italiani del dopo Concilio Vaticano II.

Studiosa del movimento artistico culturale del primo novecento italiano, si dedica all'esecuzione e alla divulgazione dei compositori italiani e in particolare pugliesi attivi tra la seconda metà dell'800 e la prima metà del ‘900.

Ha pubblicato l’edizione critica di due liriche da camera “Mare e Amore” di Mario Pilati, con la prefazione di Bruno Canino, ed. Florestano, Bari per la quale ha ricevuto il Premio “Aurora 2012” “Per l’appassionante e competente impegno sul versante della ricerca”. In occasione degli ottant’anni (1903-1938) dalla morte del compositore ha eseguito, nel 2018, la “Suite per pianoforte e archi” con l’orchestra della Città Metropolitana di Bari diretta dal maestro Vito Clemente. La figlia del compositore Pilati, presente al concerto ha dichiarato “È stata un ‘esecuzione esemplare dell‘orchestra sinfonica di Bari diretta da Vito Clemente. Ma soprattutto devo elogiare la tua commossa partecipazione come solista al pianoforte: ci hai messo l’anima che ho sentito vibrare con le note, durante tutta l’esecuzione, con delicatezza o vigore, incisività o sognante espressione” (11.03.2018).

Ha pubblicato, inoltre, “L’Ajace musicato. Vincenzo Cardarelli e Orazio Fiume. Stralcio di un incontro tra poesia e musica” in Alba Pratalia, ed. “Amici della A. De Leo” Brindisi; “Don Cesare Franco. Fautore della musica gregoriana e sacra in Puglia secondo i principi del Motu proprio ‘Inter pastoralis officii sollicitudines’ di Pio X” ed. Associazione “La Piazza”, nel 2005 il volume “Orazio Fiume. Musicista del Novecento” ed. Papageno che ha riscosso lusinghieri consensi dalla critica musicologica nazionale; “Orazio Fiume” in “Operisti di Puglia” ed. dal Sud 2010; “Il metodo meccanico di Ercole Cavallo per l’apprendimento della teoria musicale e del pianoforte” ed. Il Grifo, 2016; “Giuseppe Mazzini e la musica” in “Puglia, Italia Europa dall’Unità alla Comunità con Mazzini”, Atti del Convegno, Cassano delle Murge, 16, 17 dicembre 2011; “Armando Perotti e la musica. Un contributo all’arte dei suoni” in “Omaggio ad Armando Perotti nel 90° anno della sua morte” ed. Messaggi, 2018. Interessata alla ricerca demologica, ha realizzato la trascrizione e l’armonizzazione dei canti popolari triggianesi inseriti nel volume “Folklore, canti e proverbi triggianesi” edito dalla Regione Puglia nel 2004. “Rito Selvaggi il legionario orfico di d’Annunzio ovvero il Musico sapientissimo di Noja”, 2020, ed. Giazira scritture, Noicattaro (BA).

Ricercatrice del mondo musicale femminile colto, dedica con passione le sue energie alla ri-scoperta della letteratura delle compositrici che non vuol essere un afflato femminista o una lotta di pari opportunità o una questione di genere ma un giusto riconoscimento storico, metodologico, musicologico che dia dignità alla musica firmata dalle donne musiciste. A tale riguardo ha eseguito con l’orchestra della Città Metropolitana di Bari diretta dal maestro Vito Clemente il Concerto di Clara Wieck op.7 e numerosi recital solistici nei quali evidenzia la ricchezza e la vastità di questa produzione nonché le multiformi capacità espressivo-musicali.

Premiata in numerosi concorsi pianistici, svolge intensa attività concertistica arricchita anche da preziose collaborazioni con il pianista Vito Reibaldi in duo pianistico e a due pianoforti, con il flautista Angelo Curri della “Fenice” di Venezia, Raffaele Bifulco del “Petruzzelli” di Bari e l’ottavinista Nicola Mazzanti del Maggio Musicale Fiorentino. Ha tenuto concerti con l’EurOrchestra da camera di Bari e con l’Orchestra Sinfonica dell’“Accademia Musicale Pescarese”.

Ha registrato il cd “Serenata per una fanciulla del sud” in collaborazione con Mario Piergiovanni.

Ha eseguito in prima mondiale alcune composizioni per ottavino e pianoforte dei compositori Ilio Volante, Vincenzo Sorrentino e Andrea Ferrante.

È Presidente del “Centro Studi Il Salotto delle Arti” di Triggiano (BA) col quale nel 2012 ha organizzato un Convegno nazionale all’Università degli studi di Bari su “Claude Debussy fra Simbolismo edesoterismo” È Direttore Artistico del “Festival del libro di Musica”, kermesse ad oggi unica in tutto il territorio italiano, giunta alla sua seconda edizione.

È titolare della cattedra di pianoforte nella S.S. ad indirizzo musicale “De Amicis–Di Zonno” di Triggiano (BA).