Vai al portale del Consiglio Regionale della Puglia
accessibilità: Dimensione normale del testo Aumenta la dimensione del testo Aumenta al massimo la dimensione del testo Passa alla versione accessibile ad alto contrasto Versione grafica color OroVersione grafica color RossoVersione grafica color GialloVersione grafica color VerdeVersione grafica color Blu Avvia la lettura della pagina
Visualizza Feed RSS Visualizza la pagina di Youtube Visualizza la pagina di Facebook Visualizza la pagina di Twitter
Nascondi la colonna dei Menù Destra Menù destro Espandi la colonna dei Menù Destra
Building Apulia 2017 - Prima parte. 28 aprile 2017
 
Building Apulia   pubblicato il: 21/04/2017
Building Apulia 2017 - Prima parte. 28 aprile 2017
ImmagineTitolo
Venerdì 28 aprile, alle ore 10.30, presso Sala Matutinum della Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia, si terrà il terzo appuntamento della quattordicesima edizione di “Building Apulia. Costruendo l’identità della Puglia, la Puglia che scrive, che edita, che parla di sé”, rassegna a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia. Durante l’incontro, dedicato al tema del lavoro, saranno presentati i volumi di Francesco Dezio, “Nicola Rubino è entrato in fabbrica”, Terrarossa, 2017 e di Fulvio Colucci e Lorenzo D’Alò, “Ilva football club”, Kurumuny, 2016.
Modererà Stefano Savella, giornalista e direttore di Puglia Libre.
L’edizione 2017, come le precedenti, prevede dieci appuntamenti ed una cerimonia conclusiva.
Gli incontri, ai quali parteciperanno il gruppo di lettura e gli studenti degli Istituti “Aldo Moro” di Trani, “Spinelli” di Giovinazzo e “M. Panetti” ed “Euclide” di Bari, che quest’anno hanno aderito al progetto, sono aperti al pubblico.
Il calendario degli incontri della prima parte della rassegna, che terminerà il 26 maggio 2017, è disponibile sul sito della Biblioteca nella sezione Training.

Per informazioni:
Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia “Teca del Mediterraneo”
Tel.: 080.540.27.11 – 080.540.27.70 – 080.540.27.72 e-mail: buildingapulia.biblioteca@consiglio.puglia.it
sito web: http://biblioteca.consiglio.puglia.it
Facebook: Biblioteca Consiglio Reg Puglia Twitter: @TecaMediterrane - YouTube: Teca del Mediterraneo

Francesco Dezio, Nicola Rubino è entrato in fabbrica, Terrarossa, 2017

Il libro

Nicola Rubino ha trent’anni quando intraprende la Via Crucis che lo trasformerà da stagista in operaio a tempo determinato di una grande azienda, da ribelle idealista in ingranaggio del sistema. Un romanzo che non si limita a denunciare un ambiente lavorativo opprimente e spersonalizzante, ma fa i conti con le aspirazioni frustrate di coloro che lo popolano e con la gamma completa dei loro sentimenti. Un storia in presa diretta che, tra narrazione e testimonianza, non rinuncia all’inventiva e all’espressività di una lingua che trova un inedito equilibrio tra letterarietà e gergo. A dodici anni dalla sua prima pubblicazione, Nicola Rubino è entrato in fabbrica ci mostra ancora una verità eversiva, ignorata seppur sotto gli occhi di tutti, e in questa nuova versione dà prova della piena maturità stilistica dell’autore.

L’autore
Francesco Dezio è nato ad Altamura nel 1970 e ha esordito nel 1998 con un racconto nell’antologia Sporco al sole. Racconti del sud estremo (Besa). Nel 2004 ha pubblicato con Feltrinelli il romanzo Nicola Rubino è entrato in fabbrica, opera che inaugura una nuova stagione della cosiddetta letteratura industriale e ora riproposta in questa nuova edizione. Del 2014 è la sua prima raccolta di racconti, Qualcuno è uscito vivo dagli anni Ottanta (Stilo), diversi dei quali già apparsi su quotidiani e riviste. Nel 2008 è stato ospite di cinque puntate della trasmissione Fahrenheit su Rai Radio 3. Ha collaborato con «l’Unità», «la Repubblica-Bari», «Corriere del Mezzogiorno».

Fulvio Colucci, Lorenzo D’Alò, Ilva football club, Kurumuny, 2016

Il libro

Un giornalista sportivo nato al quartiere Tamburi di Taranto, dopo il sequestro dell'Ilva da parte della magistratura per disastro ambientale, decide di riannodare i fili del passato. Sente di doverlo al padre, morto di cancro; a quella generazione di calciatori, scomparsa a causa dell'inquinamento, di cui aveva fatto parte negli anni '70 e '80; alla storia della sua città, stretta dalla crudele morsa dell'acciaio che le impedisce di costruire memoria e futuro. Col pretesto di cercare, con vana consapevolezza, la "maglia grigia" – indossata durante un torneo e che tanto ricordava il colore del siderurgico – si trasforma in un viaggiatore nel tempo, raccogliendo anzitutto la sua testimonianza, e poi quelle di un commerciante diventato memoria storica del football di quartiere e di un ex allenatore delle formazioni amatoriali. Si dipana così la vicenda di un Ulisse catapultato negli anni drammatici in cui il "colosso d'acciaio" era il totem fasullo di un tragico benessere; fino alla trasfigurazione della vicenda nel grande racconto collettivo di undici, anonimi, campioni. L'Ilva Football Club, squadra ricostruita immaginando di mettere insieme le "figurine" di alcuni tra i tanti che a Taranto lasciarono la giovinezza sul terreno del campo sportivo Tamburi vecchio: a un passo dalla fabbrica più inquinata d'Europa, a due dal cimitero dove le polveri minerali colorano di rosso le lapidi. Ilva Football Club è un racconto nel quale tre storie parlano del passato, del presente, del futuro, intrecciandosi. È la Spoon River dei campi di calcio in terra battuta sui quali si è scritto un pezzo della disastrosa parabola industriale del Mezzogiorno, attraverso la lente del calcio giocato in un quartiere-simbolo. Vite perdute e vite che resistono nella trincea della memoria. Lo slancio di chi non si arrende a un destino e crede possibile ancora giocare l'ultima partita, la partita della vita, a prescindere dal risultato.

Gli autori
Fulvio Colucci, giornalista e scrittore, lavora nella redazione tarantina della «Gazzetta del Mezzogiorno». Nel 1995 ha vinto il premio "Ilaria Alpi". Ha pubblicato Invisibili. Vivere e morire all'Ilva di Taranto (2011); Liberté! (2011); La zattera (2015).
Lorenzo D'Alò è giornalista e tarantino. Inviato della «Gazzetta del Mezzogiorno», da oltre trent'anni racconta lo sport, che è quasi sempre una lezione di vita.
Altri contenuti utili:
» Data di pubblicazione: martedì 17 ottobre 2017 ore 09.11
"I nomi di Dio: percorsi didattici interculturali per la conoscenza dell'altro". 17 e 24 ottobre – Lecce
Riprendono, dopo la pausa estiva, le attività de “I nomi di Dio: percorsi didattici interculturali per…
» Data di pubblicazione: giovedì 12 ottobre 2017 ore 11.49
Information Literacy: La citazione bibliografica - 19 ottobre 2017
Giovedì 19 ottobre 2017, dalle ore 10.30 alle ore 12, presso la Sala Matutinum della Biblioteca del …
» Data di pubblicazione: giovedì 05 ottobre 2017 ore 14.15
Building Apulia 2017 – II parte. Il 13 ottobre, il secondo appuntamento con Antonio Rolli e Valeria Patruno
Proseguono gli incontri della XIV edizione – II parte di “Building Apulia: Costruendo l’identità della…
» Data di pubblicazione: martedì 03 ottobre 2017 ore 13.17
La sezione Multiculturale segnala la mostra: "Coltivando un giovane umanesimo" - Bologna
In occasione della visita del Santo Padre a Bologna, domenica 1° ottobre 2017 è stata inaugurata la …
» Data di pubblicazione: martedì 26 settembre 2017 ore 10.57
Information Literacy: “Il portale della Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia” - 5 ottobre 2017
Giovedì 5 ottobre 2017, dalle ore 10.30 alle ore 12, presso la Sala Matutinum della Biblioteca del Consiglio…